Entra Registrati

Culatello di Zibello

Culatello di Zibello D.O.P. | L'eccellenza italiana sulla vostra tavola
Culatello di Zibello D.O.P. | L'eccellenza italiana sulla vostra tavola
Culatello di Zibello D.O.P. | L'eccellenza italiana sulla vostra tavola
Culatello di Zibello D.O.P. | L'eccellenza italiana sulla vostra tavola

Il Culatello di Zibello è una gemma preziosa, il risultato di una materia prima di primissima qualità lavorata secondo la tradizione e i più rigidi standard imposti dal mercato, una maturazione lenta e preziosa adiuvata dall'unicità del microclima della pianura padana. Solo la generosità delle brume emiliane può trasformare nel migliore dei salumi la parte nobile del maiale. Le sue origini risalgono alla prima metà del '700, il Culatello è inoltre elencato fra i Presidii di Slow Food dell'Emilia-Romagna.

Il Culatello di Zibello è un salume insaccato in un involucro naturale (usualmente la vescica del maiale) con Denominazione di origine protetta. Ha la caratteristica forma a pera ed è tipico della provincia di Parma, il Consorzio del Culatello di Zibello ha disposto che la lavorazione delle carni possa avvenire solamente nelle zone che costeggiano il Po: Busseto, Polesine Parmense, Zibello, Soragna, Roccabianca, San Secondo, Sissa e Colorno.

Le carni del maiale che andranno a dare vita al Culatello di Zibello possono essere lavorate solamente nei periodi freddi dell'anno, fra ottobre e febbraio: la coscia dei suini adulti, allevati secondo tradizione, viene decotennata, sgrassata, disossata e separata dal fiocchetto. La rifilatura a mano conclude la prima fase di lavorazione del Culatello

Le operazioni di salatura, insaccamento del culatello nella vescica del maiale e legatura preparano il salume alla definitiva stagionatura che terrà lontano il re dei salumi dalle tavole fino all'inverno successivo, quando il sapore superbo del Culatello di Zibello potrà accarezzare i palati di tutti i buongustai.

Il Culatello di Zibello deve subire infatti un processo di stagionatura che va da un minimo di 10 mesi per le pezzature più piccole fino ad un valore medio di 14 mesi.